Come scegliere le casse per computer

casseSe la vostra giornata passa inevitabilmente per molte ore davanti ad un computer, sia per lavoro che per svago, allora è importante che la stanza dove si trova il vostro computer sia ottimale.

Quando ci mettiamo davanti al PC a giocare, o a guardare un film, o dei video, o ad ascoltare musica magari mentre si lavora, è importante avere un’ottima qualità sonora.

Ed è per questo che in questa guida vi parliamo proprio di casse per computer, e cercheremo di capire quali sono i parametri con cui vengono valutate: prendete carta e penna e scrivete tutti gli appunti necessari per acquistare le casse migliori per le vostre esigenze.

Quante casse scegliere?

La prima domanda che dobbiamo porci è quella del numero di casse di cui abbiamo necessità. Le casse possono essere pari o dispari, e non sono mai una sola, ma minimo due.

Possiamo scegliere delle casse stereo o in impianto “surround”, indicato generalmente con numeri come 2.1, 5.1, 7.1.

Se optiamo per delle casse stereo, significa che abbiamo scelto un paio di casse che sono suddivise tra destra e sinistra, e sono in numero pari. Possono essere una per la destra e una per la sinistra, due e due, tre e tre e così via, ma non hanno il subwoofer.

Queste sono le migliori casse con sub per PC che ho trovato come qualità prezzo. Ottimo subwoofer, qualità del suono impeccabile, e un costo di circa 50 euro. Onestissimo.

Trust Tytan Set Altoparlanti 2.1 con Subwoofer, Risparmio Energia, Standard, Nero
Prezzo: 45,99 €
(A partire dal: 2020/09/08 3:01 pm - Dettagli
×
Prezzi e disponibilità dei prodotti sono accurate alla data / ora indicata e sono soggette a modifiche. Qualsiasi prezzo e la disponibilità delle informazioni visualizzate su https://www.amazon.it/ al momento dell'acquisto si applica per l'acquisto di questo prodotto.
)
4.4 out of 5 stars (2889 recensioni clienti)
12 Nuovi da 45,99 €2 Usati da 45,07 €
(* = link affiliato / fonte immagine: Programma Affiliazione di Amazon)

La differenza invece con gli impianti surround (da “circondare” perché il suono circonda chi ascolta) è proprio la presenza del subwoofer, che è in pratica una grande cassa che generalmente si appoggia a terra e che gestisce i soli suoni bassi.

I suoni bassi, che sono generalmente i più potenti, sono quelli che di solito si sentono in spari, esplosioni, terremoti: un impianto del genere è adatto a chi al computer ci gioca o ci guarda i film, meno a chi utilizza le casse per ascoltare un po’ di musica o una web radio mentre lavora.

surround

Per quanto riguarda gli impianti surround, i numeri di cui abbiamo parlato prima, 2.1, 5.1 o 7.1, indicano quanti canali ha quell’impianto: l’1 significa, appunto, uno, e indica il subwoofer, mentre l’altro numero le altre casse. Se acquisto un impianto 5.1 significa che avrò cinque casse più il subwoofer.

Quale potenza scegliere per le mie casse?

Ovviamente, quando si scelgono delle casse per sentire il suono in modo ben definito, prima di tutto si pensa ad una cosa: la potenza.

La potenza di emissione sonora viene calcolata in watt, che sulle confezioni indicano la potenza totale dell’impianto, che deve essere suddivisa per il numero di casse. Per questo motivo, se io scelgo un impianto 5.1, con 600 Watt di potenza, devo dividere per 6 (5 casse più il subwoofer): risultato, potenza per cassa 100 Watt, che comunque non sono pochi.

Trust Tytan Set Altoparlanti 2.1 con Subwoofer, Risparmio Energia, Standard, Nero
Prezzo: 45,99 €
(A partire dal: 2020/09/08 3:01 pm - Dettagli
×
Prezzi e disponibilità dei prodotti sono accurate alla data / ora indicata e sono soggette a modifiche. Qualsiasi prezzo e la disponibilità delle informazioni visualizzate su https://www.amazon.it/ al momento dell'acquisto si applica per l'acquisto di questo prodotto.
)
4.4 out of 5 stars (2889 recensioni clienti)
12 Nuovi da 45,99 €2 Usati da 45,07 €
(* = link affiliato / fonte immagine: Programma Affiliazione di Amazon)

Sulle schede tecniche si trova inoltre indicata la differenza tra i watt massimi di una cassa e i watt rms. Qual è la differenza?

Il watt misura essenzialmente la corrente elettrica assorbita dalle casse, e questa corrente viene trasmessa all’altoparlante sotto forma di onde: le onde, in fisica, hanno un picco massimo, un picco minimo e un valore medio. E un rms, o valore efficace.

Per le casse, il Wmax, o i watt massimi, sono il picco massimo, ed è la potenza massima che possono raggiungere. Ma la raggiungono solamente per pochi secondi, o l’impianto rischierebbe di rovinarsi: i Wrms, o watt rms, sono invece il valore che riescono a mantenere costante del tempo.

La formula fisica per calcolarli è Wmax/1,414. Questo significa che se una cassa ha un Wmax di 100 W e un Wrms di 70, quello da prendere in considerazione è il secondo, il più basso, quello che riesca a mantenere.

Se abbiamo bisogno di una cassa che mantenga un fisso di 100 watt dobbiamo sceglierne una che abbia un Wmax più alto, ad esempio da 140 Wmax, per avere un Wrms di 100.

Casse attive o casse passive?

Questa domanda è meno rilevante nella scelta di casse per computer, perché si preferisce sempre utilizzare le casse attive.

La differenza sta nel fatto che le casse attive sono già amplificate, per cui è sufficiente collegarle al computer e si può sentire direttamente il suono; le passive, invece, hanno bisogno di un amplificatore esterno, generalmente incluso nei mixer che permettono di eseguire le regolazioni.

Trust Tytan Set Altoparlanti 2.1 con Subwoofer, Risparmio Energia, Standard, Nero
Prezzo: 45,99 €
(A partire dal: 2020/09/08 3:01 pm - Dettagli
×
Prezzi e disponibilità dei prodotti sono accurate alla data / ora indicata e sono soggette a modifiche. Qualsiasi prezzo e la disponibilità delle informazioni visualizzate su https://www.amazon.it/ al momento dell'acquisto si applica per l'acquisto di questo prodotto.
)
4.4 out of 5 stars (2889 recensioni clienti)
12 Nuovi da 45,99 €2 Usati da 45,07 €
(* = link affiliato / fonte immagine: Programma Affiliazione di Amazon)

Questo significa che un locale che abbia bisogno di musica per le serate sicuramente si porrà una domanda del genere, per garantire ai clienti la massima soddisfazione, e se la porrà anche un professionista che lavora in una sala di registrazione; ma l’utente normale che usa il computer per giocare e guardare i film non raggiungerà mai una potenza tale da necessitare di un amplificatore esterno per ascoltare il suono.

Casse Wireless o cablate?

Ultima, semplice, domanda riguarda la scelta tra casse wireless o casse con cavo. In assoluto, sono meglio le prime, perché ci liberano dall’ingombro di doverle tenere collegate al computer e ci danno invece la libertà di posizionarle in giro per la stanza e di trovare la sistemazione migliore per le nostre esigenze di ascolto.

Salvo ricordare una cosa: anche se sono wireless, le casse hanno bisogno comunque di un cavo, ed è quello della corrente. Se non abbiamo abbastanza prese elettriche, meglio optare per un paio di casse cablate più classiche, si, ma che fanno capo ad una sola presa di corrente e non a più di una. Inoltre potrebbero verificarsi delle interefernze che sporcherebbero il suono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *